Storia

Nuovo articolo nella sezione Storia!

Le Olimpiadi di Rio 2016 sono finite domenica, e dopo aver seguito un sacco di gare qui a Clamm abbiamo pensato di salutarle e dar loro un arrivederci a Tokyo 2020 con un post di Vittoria Barbiero sulle evoluzioni, le fratture e le rivoluzioni della ginnastica artistica, dagli anni ’50 alla settimana scorsa. Ecco un estratto del post:

Fu Larisa Latynina il primo prototipo dei robot sovietici, l’atleta che fondamentalmente inventò uno sport, introducendo acrobazie fino a quel momento impensabili per le donne, prendendo in prestito elementi del balletto russo, ponendo i primi standard e creando un ibrido originale di leggiadria, creatività e forza: in sostanza, dichiarò ufficialmente che da quel momento in poi la ginnastica sarebbe stata uno sport femminile.

Vi hanno entusiasmato queste gare? Diteci la vostra! Click!

Leggi

Comaneci 10 - Natalia Yurchenko blog


Nuovo articolo nella sezione Storia!

Diamo il benvenuto alla nostra nuova collaboratrice Elvira Miceli, che ci racconta la sua esperienza in uno scavo archeologico affascinante, e ci mostra un lato diverso di un re che tutti conoscono solo come mostro biblico: Erode. Ecco un estratto del post:

«L’Erode biblico è un’incarnazione del male, un personaggio talmente spietato da offuscare la vaga nozione che avevo della figura storica del sovrano. Rimasi affascinata, dunque, quando Benjamin Rubin, archeologo del Vicino Oriente Antico e professore al Williams College negli Stati Uniti, descrisse l’immenso programma edilizio di questo re cliente dell’imperatore Augusto».

Curiosi? Fate un salto su Clamm, a lasciare un commento e a dare il benvenuto ad Elvira!

Leggi

Erode


Nuovo articolo nella sezione Storia!

La Ragazza con la Valigia ci propone un breve excursus sulle figure femminili della storia egiziana che hanno in contribuito alla definizione di un’ideologia di regalità nell’Egitto Antico. Ecco un estratto del post:

«Le figure di donne regnanti o che comunque hanno esercitato grande influenza sul potere politico non sono certo mancate in Egitto, e anzi si ritrovano frequentemente a partire dall’Antico Regno fino alla fine dell’impero egiziano […]. La prima donna che ha un ruolo rilevante nel governo dell’Egitto, ma così sfuggevole da essere entrata nella leggenda, è la regina Nitocris […]. Forse proprio a causa dei suoi contorni sfumati questo personaggio è stato svariate volte confuso in antichità, e rielaborato in nuove forme».

Che aspettate? Un viaggio in Egitto o… una capatina su Clamm!

Leggi

Sat Ra blog


Nuovo articolo nella sezione Storia!

Alessio Costarelli inaugura il nuovo anno scolastico di Clamm con il secondo capitolo della trilogia iniziata a giugno (click qui se vi siete persi il primo episodio) riguardante una donna molto particolare del XVI secolo: Giovanna da Piacenza. Ecco un piccolo estratto del post:

Ma il messaggio di Giovanna non fu affidato unicamente ai due cicli pittorici, bensì anche ad un certo numero di epigrafi latine e greche […]; l’intero ciclo epigrafico-figurativo esprimerebbe con forza e sfrontatezza la risposta polemica di Giovanna alle accuse di immoralità, financo di mancata castità rivoltele pubblicamente dai suoi avversari, avendo in questo facile gioco per via del continuo andirivieni di uomini (per lo più nobili o letterati) nel convento e nei suoi appartamenti privati.

Curiosi di sapere cosa succede dietro le porte chiuse di un convento? Correte su Clamm!

Leggi

Badessa


Nuovo articolo nella sezione Storia!

Una donna particolare, specie per il periodo in cui è vissuta: Alessio Costarelli ci parla di Giovanna da Piacenza e di come, all’inizio del 1500, pose il proprio monastero al centro della scena politica (e non solo) italiana. Ecco un estratto del post:

Il monastero […] era necessariamente divenuto il naturale destino di quelle fanciulle di nobili natali di tutto il contado che per vari motivi erano impossibilitate a contrarre un matrimonio soddisfacente: questo comportava una particolare attenzione su di esso da parte delle più aristocratiche tra le famiglie […]. Ottenere per la propria figlia la nomina a badessa significava elevarla quasi al rango di Signora della città.

Correte a leggere→solo su Clamm!

Leggi

Parma_san_Paolo


Nuovo articolo nella sezione Storia!

Lady Lindy ritorna dopo un lungo iato e ci parla di storia, una storia molto poco conosciuta, un lato nascosto del Giappone: le donne guerriere Onna-bugeisha. Una panoramica sulla nascita di questo gruppo di combattenti e sul loro ruolo nel paese del Sol Levante. Ecco un estratto del post:

Ritroviamo in queste figure, infatti, la tipica moglie del soldato / donna di casa che si occupa della famiglia (detta okugatasama, “colei che rimane a casa”) e al contempo la guerriera che per forza di cose si ritrova a dover difendere non solo l’abitazione, ma l’intero villaggio, il quale sia nei periodi di guerra […] sia in quelli di pace è soggetto a frequenti invasioni e saccheggi da parte di soldati nemici o comuni ladri.

Correte a leggere il post su Clamm! E..

ありがとう!

Leggi

Onna Bugeisha


Nuovo articolo nella sezione Arte!

Questa settimana, la nostra collaboratrice Giulia Buscaroli ci propone un articolo borderline tra l’archeologia e la storia dell’arte, su una controversia: il simbolo per eccellenza della romanità, la Lupa Capitolina, potrebbe non essere un prodotto romano. Ecco un estratto del post:

Il problema che lo investe è di importanza capitale: quando fu realizzata questa statua? A lungo si tentò di risolvere l’annosa questione unicamente sulla base di raffronti stilistici e si credette anche di aver trovato la soluzione al problema fino a che nuove ricerche non hanno completamente ribaltato le prospettive cronologiche.

Curiosi di scoprire com’è stato risolto questo giallo? Allora correte su Clamm!

Leggi

La Lupa Capitolina